Laura Borlenghi

Website URL:

Sabato 6 aprile ore 21 – Teatro Lirico
Geniali Debolezze: Robert & Ludwig
Penultimo appuntamento in abbonamento della stagione musicale

Magenta – 1 aprile 2019 - Due grandi musicisti, due spiriti tormentati cui la vita ha riservato non solo la forza del talento ma anche debolezze mentali o fisiche: a Robert Schumann e a Ludwig van Beethoven è dedicato il concerto di sabato 6 aprile alle 21.

L’Orchestra Città e la Milano Chamber Orchestra dirette da Andrea Raffanini eseguiranno due tra le più note composizioni nella produzione dei due artisti.

La serata si inserisce nel progetto “in Residenza” di collaborazione artistica tra l’orchestra magentina e altre giovani orchestre intrapreso in questi ultimi anni.

Il Concerto in la minore per violoncello e orchestra, op. 129 di Schumann è noto per essere una delle prove più impegnative per i solisti di cello, in quanto lo strumento solista assurge a ruolo di protagonista e si esprime in modo preponderante su un'orchestra dalle sonorità morbide e soffuse di delicata malinconia. Appartiene all’ultimo periodo creativo dell’artista che era già minato nella sua tenuta psichica. Una pagina ideale per mettere in risalto l’abilità del solista: Stefano Cerrato, giovane che ha intrapreso una rapida carriera e che si è già esibito al Lirico alcuni anni fa.

La Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore Op. 55 di Beethoven, detta Eroica, nella seconda parte, è una produzione imponente sia per la complessità che per il volume dell’orchestra. Venne inizialmente composta per Napoleone e poi, dopo l’incoronazione di quest’ultimo ad imperatore, dedicata ad un nobile boemo appassionato di musica. Questo capolavoro, mai eseguito dalla nostra orchestra, completa il ciclo delle nove sinfonie dirette dal maestro Raffanini.

I biglietti sono in vendita al costo di: platea 18 euro; galleria 12 euro; ridotto 10 euro (under 26).

***
Teatro Lirico Magenta, via Cavallari, 2 – 02 97003255 – www.teatroliricomagenta.it
Orario biglietteria: martedì/giovedì 10-12; 17-19 | sabato 10-12.
serata del concerto: un’ora prima dell’inizio spettacolo
Segui le attività di Totem sul sito www.totemagenta.org, su Facebook e Twitter.
Per iscriverti alla nostra newsletter scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Read more...

Venerdì 22 marzo ore 21 – Teatro Lirico
IL NOVECENTO E LE SCOPERTE DEL PASSATO
Orchestra m2c Conservatorio G. Verdi di Milano

Magenta, 21 marzo 2019 – Per il quarto appuntamento di stagione musicale arriva a Magenta la formazione m2c (dalla Musica Moderna alla Contemporanea) del Conservatorio G. Verdi di Milano diretta dal maestro Marco Pace.

Grazie alla collaborazione avviata da alcuni anni con il conservatorio milanese, il pubblico magentino potrà ascoltare una proposta di grande interesse inserita nel primo Festival di Primavera organizzato dall’Istituto di Musica moderna e contemporanea del Conservatorio di Milano.

La serata, dal titolo “Il Novecento e le scoperte del passato - Modern To Contemporary” propone autori moderni e contemporanei come Bruno Maderna, Luigi Dallapiccola, Igor Stravinskij.

Programma:

GIROLAMO FRESCOBALDI (1583-1643) – BRUNO MADERNA (1920-1973)
Tre pezzi per orchestra da camera trascritti da Bruno Maderna (1952)

LUIGI DALLAPICCOLA (1904-1975)
Tartiniana seconda. Divertimento per violino e orchestra (1956)
Anna Castellani violino

IGOR STRAVINSKIJ (1882-1971)
Pulcinella. Suite da concerto (1922)
Quintetto dei soli per Pulcinella:
violino, Chiara Borghese
violino, Joanna Pomykala
viola, Milos Rakic
violoncello, Marco Mauro Moruzzi
contrabbasso, Riccardo Buoli

I biglietti sono in vendita al costo di: platea 10 euro; galleria 5 euro; ridotto 5 euro (under 26).

Teatro Lirico Magenta, via Cavallari, 2 – 02 97003255 – www.teatroliricomagenta.it
Orario biglietteria: martedì/giovedì 10-12; 17-19 | sabato 10-12.
serata del concerto: un’ora prima dell’inizio spettacolo
Segui le attività di Totem sul sito www.totemagenta.org, su Facebook e Twitter.
Per iscriverti alla nostra newsletter scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Read more...

Sabato 16 febbraio ore 21 – Teatro Lirico
Secondo appuntamento di Stagione: LA MUSICA DI CARAVAGGIO
Magenta 4 febbraio - Per la prima volta sul palco del Teatro Lirico i Tableaux Vivants messi in scena da Teatri 35 con la Milano Chamber Orchestra.

I Tableaux Vivants, quadri viventi, sono la rappresentazione scenica di un’opera d’arte, una tecnica nata nel Settecento che ebbe in Europa il suo periodo di massimo splendore nel secolo XIX.

Uno spettacolo di grande impatto emotivo che prende forma sotto gli occhi degli spettatori. 

In scena ben 19 capolavori del Caravaggio, interpretati dagli attori con l’ausilio di un’abile regia di luci e pochi oggetti di contorno. 

Una performance resa più drammatica e suggestiva da un’accurata scelta di brani musicali del repertorio barocco eseguiti dal vivo sulla scena dall’orchestra.

Programma musicale

E. Grieg
Holberg suite
T. Merula
Ciaccona
G.F.Haendel
Sarabanda
J.S.Bach
Concerto per due violini, archi e basso continuo in re minore
(BWV 1043) II movimento: Largo ma non tanto
C. Monteverdi
Sì dolce tormento
A. Vivaldi
Stabat Mater Dolorosa
T. Albinoni
Adagio in sol minore
T. Merula
Or ch’è tempo di dormir

I quadri rappresentati

Caravaggio
Canestro di Frutta 1598-99 c.
Adorazione dei pastori 1609 c.
San Matteo e l’Angelo 1602
Crocifssione di San Pietro 1601
Martirio di Sant’Orsola 1610
Resurrezione di Lazzaro 1609
Decollazione del Battista 1608
Giuditta decapita Oloferne 1599
Incoronazione di spine 1603
Crocifissione di Sant’Andrea 1607
San Giovanni Battista 1605 c.
Maddalena in Estasi 1606 c.
Salomè con la testa del Battista 1609-10 c.
Madonna di Loreto (Madonna dei Pellegrini) 1604-05
Bacio di Giuda 1602
Negazione di Pietro 1609-1610
Incredulità di San Tommaso 1600-1601
San Francesco in Estasi 1595 c.
Ottavio Leoni
Ritratto di Caravaggio 1621


Tableaux Vivants messi in scena da Teatri 35
TEATRI 35
Gaetano Coccia, Francesco O. De Santis, Antonella Parrella

Milano Chamber Orchestra
Direttore Paolo Belloli

***
Teatro Lirico Magenta, via Cavallari, 2 – 02 97003255 – www.teatroliricomagenta.it
Orario biglietteria: martedì/giovedì 10-12; 17-19. sabato 10-12.
serata del concerto: un’ora prima dell’inizio spettacolo
Segui le attività di Totem sul sito www.totemagenta.org, su Facebook e Twitter.
Per iscriverti alla nostra newsletter scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Read more...

Quatour pur la fin du temps – Quartetto per la fine del Tempo

Eseguito per la prima volta nel gennaio del 1941 nel campo Görlitz, in Slesia, al confine tra Germania e Polonia, Quatour pur la fin du temps è stato composto da Olivier Messiaen nel 1940 quando il musicista, arruolato nell’esercito francese, venne fatto prigioniero dai tedeschi ed internato. Nel campo di Görlitz incontra altri tre musicisti: Jean Le Boulaire (violinista), Henri Akoka (clarinettista) ed Etienne Pasquier (violoncellista). Nello zaino militare Messiaen riesce a portare con sé una piccola biblioteca di partiture e carta da musica; per i compagni di prigionia compone dapprima un Trio e quindi, pensando all'aggiunta di sé stesso come pianista, il Quatuor pour la fin du Temps.

La prima esecuzione avviene con sgangherati strumenti di fortuna davanti a cinquemila prigionieri in una notte in cui la temperatura esterna oscillava attorno ai 15 gradi sotto zero. Nella baracca 27 B Massien e i compagni eseguono una musica che evoca e annuncia la "Fine del Tempo", con un esplicito richiamo teologico, come l’autore stesso ha affermato, all’Apocalisse di San Giovanni. Per lui, credente, il tempo umano può esistere solo perché avvolto dall’eternità.

La musica di Messiaen segue un ritmo dinamico, usa dissonanze, cerca di sorprendere attraverso la libertà dei suoni che i musicisti possono esprimere in modo fantasioso. Il Quatour pur la fin du temps viene proposto per il Concerto della Memoria 2019 nell’esecuzione del Quartetto Totem formato da Ruben Giuliani, violino, Giovanni Volpe, violoncello, Flavia Feudi, clarinetto, e Maddalena Miramonti, pianoforte.

Lo spettacolo, prodotto da Totem, è diretto da Paola Ornati con la partecipazione di Lucilla Giagnoni, attrice, sceneggiatrice e autrice televisiva che accompagnerà con la lettura di alcuni brani uno dei concerti da camera più importanti del ventesimo secolo.

Lo spettacolo è a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Read more...

Sabato 12 gennaio ore 21 – Teatro Lirico
Con “Mozart vs Rossini” si apre il cartellone musicale 2019

Magenta, 5 gennaio 2019 – Sarà l’Orchestra “Città di Magenta” ad aprire il cartellone musicale 2019 con il concerto sinfonico “Mozart vs Rossini”, in programma sabato 12 gennaio. La direzione è affidata al giovane maestro italo-argentino Marco Seco, che da diversi anni collaborata con il nostro teatro e in più occasioni ha diretto la formazione magentina. Solista al pianoforte sarà Andrea Tamburelli, che il pubblico del Lirico ha conosciuto giovanissimo e che oggi è un affermato pianista.

Il programma si apre con il notissimo Concerto per pianoforte e orchestra in re minore n.20 K466 di Mozart e prosegue con tre overture rossiniane: Ouverture da Tancredi, Ouverture da La scala di seta e Ouverture da La Cenerentola. Una proposta godibilissima all’ascolto che propone un confronto stilistico tra due grandissimi compositori.

“Imperdibile scontro fra titani – commentano le note di sala - sempre che di scontro si voglia parlare: non è forse il cigno di Pesaro figlio illegittimo del genio salisburghese? Mozart muore il 5 dicembre 1791, Rossini nasce meno di tre mesi dopo. Esiste una leggenda secondo cui Mozart non sarebbe morto nel 1791 ma sarebbe scappato in Italia, a Bologna prima e poi a Pesaro, accolto proprio in casa Rossini dove, pochi mesi dopo, sarebbe nato un bambino a cui avrebbe insegnato tutta la sua sapienza musicale. Fuori da leggenda, vero è che Rossini ammira enormemente il genio salisburghese e la sua opera è piena di citazioni, di temi e ‘sberleffi’ musicali che ricordano l’ironia mozartiana”.

Un programma di grande bellezza che sarà esaltato dalla freschezza del giovane pianista Tamburelli e diretto dall’impeccabile bacchetta del maestro Seco.

La stagione proseguirà sabato 16 febbraio con “La musica di Caravaggio”, tableaux vivants messi in scena da Teatri 35 ed eseguiti musicalmente dalla Milano Chamber Orchestra.

Prima del concerto di sabato 12 gennaio sarà ancora possibile acquistare in biglietteria gli abbonamenti all’intera stagione musicale 2019 al costo di 70 euro in platea, 50 euro in galleria e 40 euro il ridotto fino a 26 anni. I biglietti sono in vendita al costo di: platea 18 euro; galleria 12 euro; ridotto 10 euro (under 26).

***

Teatro Lirico Magenta, via Cavallari, 2 – 02 97003255 – www.teatroliricomagenta.it
Orario biglietteria: martedì/giovedì 10-12; 17-19.
sabato 10-12.
serata del concerto: un’ora prima dell’inizio spettacolo
Segui le attività di Totem sul sito www.totemagenta.org, su Facebook e Twitter.
Per iscriverti alla nostra newsletter scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Read more...